• Image

Urbanistica

Punto del programmaUrbanistica

In piena coerenza con il principio della sostenibilità ambientale, la parola d’ordine deve essere:

“il riuso, la rigenerazione e il completamento dell’esistente”.

In questo modo, dallosviluppo quantitativo indiscriminato si potrà passare ad uno sviluppo qualitativo consapevole ed equilibrato,così da risolvere i problemi cronici e mettere positivamente a sistema quanto già realizzato.

Per questo motivo è necessario ridefinire radicalmente l’attuale PSC, attualmente inadeguato, e attuarlo sulla base del “modello insediativo” e con  il contributo imprescindibile proveniente dalla partecipazione della cittadinanza.
Ogni ambito merita di essere valorizzato a seconda della sua vocazione: le aree naturali devono conservare la biodiversità e al contempo possono essere utilizzate per attività del tempo libero, le aree più fertili e irrigue devono mantenere l’utilizzo agricolo le aree dotate delle infrastrutture migliori e vicine alle principali arterie devono essere utilizzate a fini industriali, privilegiando il miglioramento di quelle esistenti.

Capoluogo
Necessità di interventi legati alla viabilità (attraversamenti via Emilia, via Santarcangiolese e Provinciale Uso) e alla qualità dell’ambiente urbano (ampliamento delle aree pedonali del centro e dei percorsi ciclopedonali tra i quartieri, recupero dei palazzi storici e dei vuoti urbani, riqualificazione aree dismesse, ecc.).

San Michele  
Razionalizzazione della viabilità e collegamento pedonale interno nel centro abitato, riqualificazione dell’area Buzzi-Unicem (cancellazione delle previsioni insediative artigianali, riutilizzo della porzione oltre la fossa Viserba, recupero degli edifici di valore storico-culturale e abbattimento di quelli più recenti) e dell’area Ripabianca (dopo la cessata attività, chiusura della cava di argilla e ricostruzione della collina, riutilizzo della porzione collinare e a ridosso dell’Uso.

Santa Giustina
Realizzazione della pista ciclopedonale per il collegamento con  il capoluogo, realizzazione di verde urbano, coordinamento con le porzioni nel territorio del Comune di Rimini per la messa in sicurezza e/o il trasferimento della Via Emilia.

San Vito
Completamento della pista ciclopedonale per il collegamento con il capoluogo, realizzazione di verde urbano.

San Martino dei Mulini
 completamento della pista ciclopedonale per il collegamento con il capoluogo, realizzazione di verde urbano, coordinamento con le porzioni nel territorio del Comune di Rimini per la messa in sicurezza e/o trasferimento della Via Marecchiese e della Traversale Marecchia.

Sant’Ermete
 Riqualificazione del centro abitato, realizzazione del collegamento ciclopedonale con la Marecchiese.

Canonica
Completamento della pista ciclopedonale per il collegamento con il capoluogo.

Stradone
Realizzazione di verde urbano, coordinamento con le porzioni nel territorio del Comune di Borghi per la messa in sicurezza e/o trasferimento della Provinciale Uso.