ALICE PARMA, LO STAFF E I BISOGNI DEI CITTADINI
ALICE PARMA, LO STAFF E I BISOGNI DEI CITTADINI

In un momento in cui chi è stato chiamato a governare, non ha che l’imbarazzo della scelta nel decidere quali problemi affrontare per primi: lotta all’abusivismo, difesa dell’ospedale, riorganizzazione dei servizi sanitari, processo di integrazione per l’unione a 11, manutenzioni varie, risorse economiche sempre più esigue, solo per citarne alcuni!

Il nostro sindaco cosa fa? Costruisce l’ufficio di staff.

Sinceramente, sarà una priorità per loro, ma non per la comunità. Solo qualche settimana fa l’amministrazione, a mezzo stampa, diffondeva la notizia dei risparmi che si avranno dalla riduzione
della struttura comunale e di affermava di voler valorizzare le risorse interne. Risparmi derivanti, ricordiamo, da una dichiarazione di esubero di una parte del personale, fra cui due dirigenti. Ora ha
necessità di assumere due figure per l’ufficio di staff. Una di capo di gabinetto addirittura, funzione svolta in passato proprio da un dirigente.
Ci sono molte incongruenze ed é troppo scarna la motivazioni di queste scelte. Per noi la domanda resta, non c’era nessuno nell’organico esistente idoneo x questo ruolo, a cui inoltre riconoscere gli 8 mila euro annui, oltre allo stipendio, come “premio” per la disponibilità a fare straordinario?
Eppure, lo riporta sempre la stampa, in quell’ufficio era già presente una persona, che tornerà ora all’URP. In un momento come questo spendere soldi per situazioni non prioritarie è un’offesa ai cittadini, cui si chiede di contribuire in modo sempre più pesante al bilancio del comune per avere servizi.

Sia chiaro, il Sindaco può farlo, glielo consente l’art 90 del TUEL; su questo non possiamo dir nulla ma, ancora una volta, mancano criterio, trasparenza e linearità nelle scelte amministrative. Una delle peculiarità dell’ufficio di staff è il necessario rapporto di fiducia molto solido fra amministratori e componenti dell’ufficio.
Dobbiamo dedurre che dal suo insediamento, avvenuto a maggio, il Sindaco non abbia ritenuto alcuno, all’interno della macchina comunale, degno di tale fiducia, e quindi di un ruolo in cui conoscenza e capacitò amministrative hanno un peso notevole, in cui occorre conoscere la pubblica amministrazione e le sue sfaccettature operative (procedure, atti e regole).
Lei lo affiderà per chiamata individuale, quindi, dato che non si passa da una selezione per pubblico concorso, le competenze necessarie dovrebbero essere acquisite. Alla “super segretaria” di Morri, da noi tanto criticata per le stesse motivazioni di opportunità, almeno queste erano riconosciute. In questo caso non è così, se è vero che anche all’interno del PD ci sono dubbi.

A noi questa scelta sembra totalmente inopportuna non solo da un punto di vista economico, ma anche nel merito.

Fra tanti possibili candidati, si doveva scegliere proprio una persona che è, o di sicuro era al tempo dei fatti, membro di un’associazione (allora di tre persone) vincitrice circa un anno fa della gara di
gestione di una struttura pubblica? Anche quella volta, scelta fatta fra due soggetti, i cui criteri non sono mai stati spiegati; associazione che ancora riceve dall’amministrazione contributi per la gestione. La questione non è che Eugenio Tontini sia figlio di un vice sindaco di tanti anni fa, ogni individuo risponde per sé e per quello che fa, ma che nessuno espliciti il motivo e le competenze alla base di questa scelta.
In una pubblica amministrazione, la motivazione non può essere “l’ho scelto perché sono il sindaco e posso”, l’opportunità politica e il buon amministrare devono avere la precedenza, nelle scelte, rispetto al mero essere consentito dalla legge.
Spavaldamente, l’amministrazione alimenta polemiche che si potrebbero facilmente evitare avendo in considerazione principi quali trasparenza, parità di accesso, conflitto di interessi.

Posted by unamanoper 0 Comments , ,

0 comments

No comments yet

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>